Papilloma Virus 2 – La vendetta

Mai cantare vittoria.

L’ho imparato a mie spese quando, la scorsa settimana, ho aperto la busta dell’ospedale con spavalderia pensando:”tanto l’ho già contratto due anni fa e ho pure fatto il vaccino”.

Il responso del Pap-test fatto a marzo é stato chiaro: POSITIVO. Il che non è positivo affatto.

Fortunatamente pare che non ci siano lesioni che possano far pensare ad un tipo cattivissimo di Papilloma, ma questo non cambia che dovrò di nuovo fare la colposcopia, di nuovo convivere con un virus che potrebbe impiegare un anno intero (o anche di più) per andare via.

Ho chiesto al mio ginecologo come fosse possibile, ma non sa darmi una risposta. Forse l’ambiente della piscina. Forse semplicemente la sfiga penso io. Non é dato sapere.

La cosa migliore che possa capitarmi é scoprire che il ceppo che ho preso sia uno tra i più innocui possibili e che i miei anticorpi riescano a debellarlo al più presto.

Entro fine Giugno farò la colposcopia per accertarmi che effettivamente non siano presenti lesioni di sorta su cervice e collo dell’utero (anche perché quella della bruciatura a cui sono stata sottoposta due anni fa non é stata esattamente una passeggiata di salute). Dopo di che dovrò pazientare. Sí, proprio io che a stento convivo con l’ansia mentre aspetto che il semaforo torni verde.

Auguratemi buona fortuna.